Fiabe Wiki
Advertisement
Drago.jpg

Il drago o serpente è una figura ricorrente nelle fiabe di tutto il mondo.

Etimologia[]

La parola drago deriva dal greco antico δράϰων (serpente).

Caratteristiche[]

Propp e altri antropologi ritengono che l'origine dei rettili mostruosi nelle mitologie, nelle leggende e nelle fiabe sia riconducibile a un'unica figura del serpente. Le tradizioni delle rappresentazioni di questo serpente sono state così variegate da portare alla creazione di molte creature quali il dragone, l'idra, la viverna e altri mostri dell'immaginario occidentale. Anche se molti appassionati di bestiari fantastici rimarcano la distinzione tra queste creature, la loro origine è comune: si tratta solo di diverse forme con cui è stata tramandata la figura del serpente. Nelle varie tradizioni il drago può essere senza zampe come un vero serpente o con molteplici paia di zampe. Può avere le ali (quasi sempre), molteplici teste o poteri magici. All'interno delle fiabe l'aspetto del drago è tanto variegato da non poter essere ricollegato a nessuna classificazione o bestiario: vista la natura quasi esclusivamente orale che le fiabe hanno avuto per secoli (prima che si cominciasse a trascriverle), molte caratteristiche dei draghi fiabeschi restano vaghe o presentano dettagli unici o contraddittori che rendono irrilevante qualunque tipo di classificazione basata sul loro aspetto. Derivando dalla figura del serpente, il drago può avere connotati celesti (ed essere legato al fuoco), acquatici o ctonii, ma neanche queste caratteristiche possono essere usate per classificare i draghi in maniera rigida: nelle fiabe il classico drago alato e sputafuoco può vivere nel mare e avere perfettamente senso.

Il ruolo del drago[]

Tradizionalmente il drago è un antagonista o un guardiano di cui l'antagonista si serve. In fiabe più moderne (o nello stesso fantasy) si cerca di uscire dagli stereotipi e il drago può essere anche un aiutante o un eroe. Come altri mostri antagonisti (quale l'orco) il drago può tenere in ostaggio la principessa (per sé o per conto di altri) o avere l'intenzione di divorarla. In alcuni casi i draghi sono semplici bestie messe a sorvegliare la vittima, mentre in altri mostrano intelligenza e la conoscenza delle arti magiche.

Apparizioni[]

Le piacevoli notti[]

Due dragoni e due leoni fanno la guardia all'acqua della vita. STRAP. III.2 Una bestia alata e imbattibile sorveglia il giardino con il pomo che canta, ma uno dei principi entra nel giardino coperto da una veste di specchi: vedendo il proprio riflesso la bestia si spaventa, prende il pomo per lui e lascia il giardino. STRAP. IV.3 Aglea è prigioniera sull'isola di Chio in un castello di marmo custodito da un serpente che sputa fuoco e veleno. STRAP. VII.5 Un drago dal fiato velenoso assilla un regno che deve offrirgli delle vittime, ma Cesarino lo uccide prima che mangi Doratea. STRAP. X.3

Lo cunto de li cunti[]

Il drago acquatico (I tre re bestie)

Cienzo affronta <<un dragone con sette teste, [...] che aveva le creste di gallo, la testa di gatto, gli occhi di fuoco, le bocche di cane corso, le ali di pipistrello, le zampe d'orso, la coda di serpente>> (trad. di M. Rak). Cienzo taglia tutte le teste in un colpo solo salvando la principessa e il regno. Un contadino prova a prendersi il merito mostrando al re le teste tagliate del drago, ma Cienzo prova le proprie imprese mostrando le sette lingue che aveva tagliato alle teste. BASILE I.7 Una regina è la sorella gemella di un possente e feroce dragone, e alla loro nascita è stato predetto che se uno di loro morisse morirebbe anche l'altro. Il sangue del drago però avrebbe il potere di riportare in vita sua sorella. BASILE IV.5 Un altro terribile drago è quello mandato dal mago e ucciso da Iennarello, che getta fiamme dagli occhi e fumo dalla bocca. BASILE IV.9

Non compaiono solo draghi legati al fuoco. Il cuore di un drago marino viene usato per far concepire un figlio alla regina. BASILE I.9 C'è poi una creatura che viene chiamata sia drago che serpente e ha caratteristiche acquatiche: la principessa fugge dalla sua torre in mezzo al lago e lui la insegue a nuoto. BASILE IV.3

I racconti di Mamma Oca[]

I draghi trainano il carro di fuoco della fata che salva la Bella addormentata. PERRAULT 1

I racconti delle fate[]

Alcune fate viaggiano su carri trainati da draghi, ma la fata antagonista usa due orrendi serpenti. AULNOY 1.1 L'acqua della bellezza è custodita in una caverna da due draghi con <<il corpo verde e giallo, dei grossi unghioni e una coda lunghissima, che s'attorcigliava in più di cento giri>> e gettano fiamme dalla bocca e dagli occhi. AULNOY 1.2 La fata Sussio si sposta in groppa a un drago. AULNOY 1.3 I draghi sono tra le creature evocate da una fata malvagia contro il principe Senza-pari. AULNOY 1.7 La fata Fanferluche manda sei draghi a prendere sei giganti per portarli sui ghiacci dell'Artide: giganti e draghi si alternano la guardia della bottiglia gigante dove Fanferluche ha imprigionato Babiole. Il principe fa a pezzi sia i draghi che i giganti. AULNOY 1.13 Il Re delle Miniere d'Oro uccide quattro sfingi e sei draghi nel palazzo di ferro del nano giallo: i draghi hanno scaglie impenetrabili, ma il re possiede una spada magica di diamante. AULNOY 1.14 Il serpente verde è il Re delle Statuine di Pagodia: era un bellissimo giovane ma la fata Magotine lo ha maledetto a restare sette anni come serpente. Ha il corpo di migliaia di colori, ali verdi, zanne bianche, occhi ardenti e una lunga criniera. Si muove volando ma anche a nuoto. Sua moglie Racchietta non dovrà mai vedere il suo aspetto fino allo scadere dei sette anni, ma lei lo vede e Magotine gli fa finire di scontare la maledizione nell'aldilà. AULNOY 1.15

Le fate alla moda[]

La fata Leonessa governa un mondo sotterraneo dove il destino porta le persone malvagie perché si pentano delle loro cattive azioni e se non si pentono si trasformano in mostri: uno di loro, tiranno di un potente regno, si è trasformato in un drago. L'unica eccezione tra i mostri è un principe buono trasformato in un drago malvagio da Leonessa. Questo drago è coperto di squame blu e dardi infuocati, è lungo mezza lega e ha sei ali, ma è troppo pesante per volare; ha le zampe grosse come mulini e tre file di denti come zanne d'elefante. I mostri tormentano la regina madre di Muffetta e le rubano la casa. Anni dopo tutti i mostri si innamorano di Mufetta e i draghi cadono ai suoi piedi, per questo Leonessa li mette di guardia al palazzo dove chiude Mufetta e sua madre. Il drago con le squame blu aiuta il re padre di Muffetta a salvarle uccidendo i mostri tra cui altri serpenti sputafuoco. Mesi dopo il drago manda un gigante dal re: vuole mangiarsi Mufetta in cambio dell'aiuto che gli ha dato, o in alternativa lei dovrà sposare un principe suo nipote. Muffetta preferirebbe essere mangiata, ma Mufì combatte contro il drago e lo uccide. Dal drago squartato esce il bellissimo principe che era prima che Leonessa lo maledicesse sedici anni prima. La fata Rana poi incanta le ossa del drago e ne fa un arco di trionfo. AULNOY 2.2

Tesoro spaventa il drago (La principessa Bella-Stella)

Le sei fate madrine di Desiderata vanno in guerra volando su carri tirati da felini, draghi volanti o vipere che sputano fuoco da occhi e bocca. AULNOY 2.3 La fata Violenta e le sue sorelle scatenano sui sei regni di un sovrano un drago che avvelena l'aria, fa avvizzire la vegetazione e mangia le persone. Dopo aver ottenuto la principessa le fate fermano il drago con catene di diamante. Violenta usa il drago per far visita alla principessa in una torre senza porte ed è proprio il drago a mangiare il re con cui lei voleva scappare. Migonnet vola su una carrozza tirata da salamandre alate. AULNOY 2.4 Un drago devasta le terre del re, perciò Bella-Bella e i suoi compagni lo fanno ubriacare con un lago di vino, lo incatenano e lo portano al re perché lo uccida. AULNOY 2.5 Il pomo che canta è sorvegliato da un drago con dodici zampe, tre teste, sei ali e un corpo bronzeo. Quando si muove copre il terreno di schiuma velenosa. Dalla bocca sputa fuoco e piccoli draghi come dardi. Il drago si spaventa guardandosi allo specchio e si rifugia in un abisso dove Tesoro lo chiude per rubare il pomo. Il drago si libera da solo e torna a sorvegliare l'albero solo quando Tesoro è lontano. AULNOY 2.7

Novelline popolari italiane[]

Un serpente a tre teste esce da sotto una roccia per divorare un pastore, che però lo uccide. In ognuna delle teste c'è una chiave: conducono a un palazzo di cristallo, uno d'argento e uno d'oro sotto la roccia. COMPARETTI 22

Fiabe, novelle e racconti popolari siciliani[]

Un mago antagonista è un serpente a sette teste che può essere ucciso solo da sette cacciatori che sparano alle teste contemporaneamente. PITRE S 2 Una draga è la padrona di una casa piena di ricchezze dove vanno a vivere tre sorelle credendola deserta. La draga parla loro dal tetto e si mostra solo all'unica delle tre che non teme di risponderle: per ricompensarne il coraggio la draga la indirizza verso la sua fortuna. PITRE S 66  

Fiabe mantovane[]

Un serpente gigante compare per divorare il re a causa della maledizione di un mago, ma il duca gli taglia la testa. VISENTINI 9 L'eroina deve trovare la spada per uccidere un drago in Siberia, il cui grasso è l'unica cura per salvare il principe. VISENTINI 17 Un drago dalle sette teste si prende una principessa come sposa. Nonostante sia un drago si parla di lui in termini antropomorfi: comincia ad avere dei capelli bianchi e l'uovo che lo uccide gli viene rotto sulla fronte. VISENTINI 37

Racconti, indovinelli e detti popolari[]

Un drago è figlio di una vecchia adoratrice del diavolo e ogni anno mangia una ragazza di Madrid. Il cavaliere e la principessa con uno specchio gli fanno credere che un suo simile lo minacci, poi il cavaliere lo uccide. Il sangue di drago viene usato per riportare in vita sua madre e le vittime che loro due hanno fatto. CABALLERO 3

Fiabe italiane[]

Un serpente a tre teste si presenta con una rosa in ogni bocca fingendo cortesia, per poi attaccare e divorare le vittime. L'eroe lo uccide e nelle sue teste trova le tre chiavi che portano ai castelli di cristallo, d'argento e d'oro. CALVINO 13 Un mago manda un biscione a divorare la propria figlia dopo le nozze, ma il biscione viene decapitato e scompare. CALVINO 33 Un drago vive nascosto nel giardino di un palazzo incantato. Cerca di mangiare l'eroe con l'aiuto della sorella di lui, ma viene ucciso dai tre cani magici. Più avanti gli stessi cani uccidono un altro drago che stava per divorare la principessa. CALVINO 48 Un drago con sette teste apre una voragine dal terreno ogni giorno per uscire a mangiare una ragazza della città. Può farsi ricrescere le teste tagliate strofinandole a terra, ma l'eroe gliele taglia tutte e sette. CALVINO 58

Galleria[]

Advertisement